“La grafologia in quanto disciplina scientifica si basa sull’elaborazione di teorie e tecniche che le sono proprie; ha per oggetto lo studio della personalità, del comportamento e della psicologia del profondo, esaminate attraverso la produzione grafica del soggetto e, in particolare, attraverso la sua scrittura”

Nicole Boille Il gesto grafico gesto creativo, Ed. Borla, Roma, 1998



La grafologia e il metodo europeo

La grafologia nasce in Francia nel 1870 per merito dell’abate Michon, al quale si deve il nome stesso della disciplina.

Alla fine secolo Jules Crépieux-Jamin (1859-1940) ne sviluppa la struttura teorica e metodologica edificando un vero e proprio sistema che orienta lo studioso al cosiddetto processo delle “combinazioni”.

Nel corso del tempo la disciplina si avvale dell’apporto di grandi studiosi, anche di scuole e nazionalità diverse, attingendo largamente alla psicologia, soprattutto freudiana e junghiana.

Nel 1971 la scuola grafologica francese ottiene il riconoscimento ufficiale come Société savante considerata di utilità pubblica e la grafologia viene ancora oggi studiata con una formazione molto rigorosa.

Il metodo europeo si fonda principalmente sulla scuola francese, attingendo anche ad altre scuole europee (tedesca, italiana e svizzera).

Tale metodo si caratterizza per la sua impostazione globale, nella quale il segno non è un dato univoco, ma acquisisce un suo significato all’interno di un “ambiente grafico” che nasce direttamente dalle caratteristiche intrinseche del soggetto scrivente, frutto del suo essere e del suo vissuto.

La scrittura manoscritta è uno strumento di comunicazione, ma è anche un’espressione personale, una sorta di test proiettivo che diventa l’immagine di un cammino esistenziale. Nessuna scrittura è uguale ad un’altra ed il gesto grafico diventa la sigla di chi scrive, evolvendosi e cambiando secondo la sua stessa evoluzione e i suoi stessi cambiamenti.

Al di là di ogni applicazione professionale la grafologia si rivela, dunque, un preziosissimo strumento di approfondimento della conoscenza di sé, del proprio vissuto e delle proprie potenzialità.

Arigrafmilano Via Luigi Settembrini, 50 - Milano | tel. 02. 2024 0181 fax: 02. 2952 1495 | studioesse@studioesse.com